Luce blu e ritmo circadiano

Il ritmo circadiano è un ritmo caratterizzato da un periodo di 24 ore.

Il termine “circadiem” significa “intorno al giorno”. Gli esempi di ritmo circadiano possono essere il ritmo veglio-sonno, il ritmo di secrezione di cortisolo, il ritmo di variazione della temperatura corporea.

Questi ritmi dipendono da una sorta di complesso ” orologio interno” all’organismo che si mantiene sincronizzato con il ciclo naturale del giorno e della notte mediante stimoli esterni come la luce solare e la temperatura ambientale, ma anche stimoli di natura socio-psicologica od atti abitudinari ripetutamente svolti alla stessa ora.

I ritmi circadiani sono importanti per determinare i modelli di sonno e veglia di tutti gli animali, inclusi gli essere umani. Esistono modelli dell’attività cerebrale, di produzione di ormoni, di rigenerazione cellulare e altre attività biologiche collegate a questo ciclo giornaliero. Il ritmo è strettamente correlato all’alternanza luce-buio.

“L’orologio circadiano” nei mammiferi è collocato nel nucleo ipotalamo soprachiamatico (NSC), la sua distribuzione causa la completa assenza di un regolatore ritmo sonno-veglia. Il NSC riceve le sue informazioni attraverso la luce che arriva dagli occhi.

Il NSC trasmette i segnali alla ghiandola pineale (Ipofisi) e la stimola a produrre MELATONINA. Il picco di secrezione di melatonina si raggiunge durante la notte. Chimicamente la melatonina è una molecola derivata dal triptofano, un aminoacido molto importante nella regolazione del sonno perché da esso deriva la SEROTONINA, il neuromediatore del benessere e il neurotrasmettitore cerebrale che stimola il rilassamento e induce il sonno.

Dato che la melanopsina è eccitata dalla LUCE BLU se ne deduce che queste lunghezze d’onde sono molto importanti per la determinazione del grado a cui l’orologio biologico è azzerato . Ovviamente diviene fondamentale il tempo di esposizione a queste radiazioni; un controllo di queste quantità , che sono alterate dalle eccessive emissioni di molteplici dispositivi elettronici e di alcune sorgenti radianti, è sicuramente un dato positivo.

Ricordiamo inoltre che l’ipofisi è responsabile anche della produzione per tutte le ghiandole endocrine del nostro organismo, quindi le variazioni di produzione di MELATONINA inducono indirettamente anche variazioni su altri cicli ormonali.

Ovviamente non è solo la luce, ed in particolare la LUCE BLU, in grado di modificare il nostro ritmo circadiano, ma tutte le altre stimolazioni esogene recepite in vario grado dai nostri sistemi recettoriali che attivano potenziali di azioni similari.

Perche la Luce blu-viola è nociva? Approfondisci qui

Telefono: 0233603865
Fax: 34535835
via Piero della Francesca 51 - 20154 Milano